giovedì 25 ottobre 2012

Romania celebrates the National Day of the Romanian Army

25 October marks each year the national celebrations of the Romanian Army. The Land Forces, Air Force and Naval Forces of Romania are collectively known as the Romanian Armed Forces (Forţele Armate Române / Armata Română). In each military base in the country and abroad this day is marked by ceremonies and tributes payed to all those brave men serving the National Flag and our Country.



90,000 men and women currently comprise the Armed Forces, 75,000 of them being military personnel and the other 15,000 civilians. The 75,000 military personnel is divided between 60,000 active troops and 15,000 active reserves. As of 2010, the Land Forces have a reported strength of 43,000, the Air Force 9,700, the Naval Forces 7,150, and Joint Forces 13,500. As per the 2011 White Paper, these forces are to be gradually decreased over the 2011-2014 period to reach a total of cca. 65,000 active troops and active reserves.

mercoledì 17 ottobre 2012

LE FESTIVITA' TEMPLARI

 
Gennaio
6 Epifania di Nostro Signore

Febbraio
2 Presentazione di Gesù al Tempio

Marzo
17 Fine 889° Anno Templare
18 Inizio 890° Anno Templare


Aprile
23 San Giorgio

Maggio
18 Morte di Guillaume de Beaujeu
19 San Celestino V

Giugno
3 Santissima Trinità
24 San Giovanni Battista

Luglio
22 Santa Maria Maddalena

Agosto
20 San Bernardo di Chiaravalle
29 Martirio San Giovanni Battista

Settembre
8 Nascita della Beata Vergine Maria
29 Santi Arcangeli Michele, Gabriele, Raffaele

Ottobre
2 Santi Angeli Custodi
5 Anniversario Costituzione Priorato Generale d’Italia
13 Arresto Templari in Francia

Novembre
1 Tutti i Santi

Dicembre
10 Beata Vergine Maria di Loreto
25 Natale di Nostro Signore
27 San Giovanni Evangelista

‎17 ottobre 1244


‎17 ottobre 1244
Nei pressi del villaggio di Herbiya (o La Forbie), presso Gaza, l’esercito egiziano si scontra con quello cristiano, che nonostante il valore dimostrato viene pressoché distrutto; solo l’Ordine del Tempio perde 312 cavalieri e 324 turcopoli, mentre 200 sono le perdite dell’Ordine di San Giovanni.
Tra i caduti figura anche Armand de Périgord, XVI maestro generale dell’Ordine del Tempio; prima di diventare maestro generale era stato precettore del Regno di Sicilia.

(da "Agenda Templare" - 2008)
nella foto: la battaglia de La Forbie illustrata nella "Chronica Majora" di Matthew Paris. (fonte: http://commons.wikimedia.org/).

sabato 8 settembre 2012

Romanian Templars celebrate today the birth of Virgin Mary


The celebration was marked today by many ecclesiastical celebrations starting with that led by the Romanian Patriarch Daniel of the Romanian Orthodox Church, Archbishop of Bucharest, Metropolitan of  Muntenia and Dobrogea (S and SE regions of Romania) and Regent of the Throne of Caesarea and Cappadocia.




More then 2,2 million Romanians are celebrating the Virgin's birth due to the fact that they bare her name. This celebration is the first since the opening of the Christian Orthodox year and in Romania it is thought that this event marks the end of the Summer and the beginning of the Fall.


mercoledì 5 settembre 2012

giovedì 30 agosto 2012

Saint Alexander celebrated on August 30 by the Christian Orthodox Church

Saint Alexander of Constantinople (born between 237 and 244 – 337) is celebrated each year on August 30 by the Christian Orthodox Church.He was the Patriarch of Byzantium and the Patriarch of Constantinople who started to dedicate his life very early to God. He had divine visions and his life was marked by many events.




He was the Vicar of Saint Metrophanes, after which serving 23 years as Patriarch until his death. During his patriarchy, Alexander engaged in debate with pagan philosophers and opposed heresies. He was highly praised by Gregory Nazianzus and Epiphanius of Cyprus. Theodoret called him an "Apostolic" Bishop.

He attended the First Council of Nicaea after which the Patriarch of Alexandria asked for his help regarding the "Arians". After his death, Alexander came to be regarded as a saint of the Church. The service in his honor was printed in Venice in 1771. Today, his feast day is celebrated annually on August 30, in a common commemoration with his fellow Patriarchs of Constantinople John the Faster and Paul the New. 


martedì 24 luglio 2012

Gli 'Scrigni Parlanti' dei Cavalieri Templari .

Le 'Scatole Parlanti' dei Cavalieri Templari: Scrigni per le 'Decime', a 'Cortona Antiquaria' dal 25 ag. al 9 sett. 2012.
Dopo circa otto secoli dalla loro realizzazione, le 'Scatole Parlanti' continuano a sussurrare motti cavallereschi e preghiere, tramite le iscrizioni in esse incise con smalti colorati. Viene svelata proprio a Cortona, la funzione di questi raffinatissimi scrigni in argento dalle strutture impregnate di messaggi e formule criptate, scrigni che nacquero per contenere le 'Decime', ovvero le offerte in monete d'oro e d'argento , che nobili e proprietari terrieri dovevano destinare ai Cavalieri Templari, come supporto economico per la missione in Terra Santa . I cinque rarissimi scrigni per le 'Decime' in mostra a Cortona, compongono appunto insieme il numero di 'cinquanta', come il cinquantenario che 'Cortona Antiquaria' compie quest'anno. Questi inediti reperti, parte integrante del Museo Federico II e il Medioevo di Palermo, speriamo porteranno a Cortona Antiquaria una nota scaramantica di ricca, positiva energia medievale, quale auspicio per una ripresa economica e morale della nostra Italia, in reale difficoltà.

sabato 21 luglio 2012

Saint Sophia Church of Nicaea was transformed into a Mosque

One of the most emblematic churches in the Christian world Saint Sopha's Church of Nicaea (known now as Iznik, modern day Turkey) was recently transformed into a Mosque. St. Sophia Church is a symbol of the Orthodoxy world and hosted the Council of Nicaea of 787. Saint Sophia was converted into a Mosque in 1331 after occupation by the Ottomans. The curch remaind a mosque until the arrival of the Greek army during the campaign in Asia Minor at the end of the Great War. In 1922 it burned down due to fire, and never served as a church, or the mosque.



Recently, the Turkish government decided that the church will function as a mosque. This decision coincides with Muslim Ramadan.

The First Council of Nicaea (naɪsi:ə; Greek: Νίκαια) was a council of Christian bishops convened in Nicaea in Bithynia (present-day İznik in Turkey) by the Roman Emperor Constantine I in AD 325. This first ecumenical council was the first effort to attain consensus in the church through an assembly representing all of Christendom.

Its main accomplishments were settlement of the Trinitarian issue of the nature of The Son and his relationship to God the Father, the construction of the first part of the Creed of Nicaea, settling the calculation of the date of Easter, and promulgation of early canon law.


martedì 17 luglio 2012

México.Ilustres Fratres S.C.M.O.T.H., del Noroeste.

++ FRATES ROGELIO AMARAL BARRAGÁN Legado Magistrale en Baja California y en el Noroeste de México "Non nobis Domine, non nobis. Sed nomini tuo da gloriam" Comunicado SCMOTH - BC 026 Ilustres Fratres S.C.M.O.T.H., del Noroeste. Campamentos de Tijuana, Baja California y Nogales, Sonora México. PAX VOBISCUM FRATRES Por este medio os invitamos -oficialmente- para que comparezcáis en el sitio ubicado en Calle Juárez No. 2 y Av. Internacional de la ciudad de Nogales, Sonora, el próximo sábado 23 de junio en punto de las 10:00 horas para nuestra reunión de evaluación de los avances en la defensa del Estado Laico y de nuestro calendario de actividades. Como no disponemos de todos los domicilios electrónicos de los Fratres de Nogales, rogamos de la manera más atenta a los Fratres Bañuelos y Jaramillo les extiendan la convocatoria a los restantes. "Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam" Legado Magistrale de S. C.M.O.T.H. -1804- O.S.M.T.J. ++ FRATES ROGELIO AMARAL BARRAGÁN

Madrid.España una encomienda templaría, llamada “Caballeros de la Luz”

"Encominedax">

lunedì 4 giugno 2012

Uno strumento della tua pace.

O Signore, fà di me uno strumento della Tua Pace. Dove è odio, io porti Amore, dove è offesa, io porti Perdono, dove è discordia, io porti Unione, dove è dubbio, io porti Fede, dove è errore, io porti Verità, dove è disperazione, io porti Speranza, dove è tristezza, io porti Gioia, dove sono tenebre, io porti Luce. O Maestro, fà che io non cerchi tanto di essere consolato, quanto di consolare; non di essere compreso, quanto di comprendere; non di essere amato, quanto di amare. Poiché dando si riceve, perdonando si è perdonati, morendo si risuscita alla Vita Eterna. San Francesco d'Assisi

domenica 29 aprile 2012

The mysteries beneath St. Sofia Basilica

St. Sofia (Αγία Σοφία) Basilica, the greatest of the Christian Orthodox Cathedrals built by Emperor Justinian I, shines in the history of Oriental Europe...  The church served as an Orthodox "worship temple" until May 29th, 1453 A.D., when the city was conquered by Sultan Mehmed II. After 1453, A.D. it was converted into a mosque until 1934, when it became a Museum.




It is said that when the Ottomans entered the church on Tuesday, May 29th, 1453 A.D., priests were helding the Holy Liturgy. So that the pagans do not reach the Holy Gifts, they took the Holy Chalice and Holy Disc and they turned to a wall, disappearing... The legend has it that when the Holy Liturgy will be again celebrated in the Basilica of St. Sophia the walls will release those priests.

This myth, preserved by oral tradition, arose with the discovery of the notes of the Swiss architect Gaspare Fossati, the man who in 1847 A.D. by order of Sultan Abdul Medjit, restored the dwellings. It seems that he discovered the crypt, but he preferred to keep it to himself. In his note there is a letter addressed to a friend of his talking about a secret chamber that he used as office and that, in 1849 A.D. when he left the Basilica he sealed it back.




In 2005 A.D. his office was discovered and in 2009 A.D. St. Sofia revealed more of its secretes. There are more to be discovered and there is hope that the jewel of the Christian Orthodox crown will reveal its secrets... maybe soon...


lunedì 16 aprile 2012

Auguri, Benedetto XVI

Lunedì 16 aprile Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, il «semplice e umile lavoratore nella vigna del Signore»,  compie 85 anni.

giovedì 12 aprile 2012

COMUNICADO SCMOTH-NOROESTE No. 003-2012

Imágenes integradas 3
S.C.M.O.T.H.
Supremus Civilis et Militaris Ordo Templi Hyerosolimitani
Milán, Italia
Priorato del Perú para las Américas.
Delegación Magistral del Noroeste de México

COMUNICADO SCMOTH-NOROESTE No. 003-2012

Frat. Lino Bañuelos Cásarez. Nogales, Sonora.
Campamento de Nogales, Sonora
México.

PAX TECUM

Mucho agradezco el envío de las fotografías obtenidas durante la ceremonia de investidura de vos y del selecto grupo de fratres que fueron recibidos en la Orden del Templo bajo los auspicios de Priorato de las Américas con sede en Lima, Perú de la S.C.M.O.T.H., con sede principal en Italia, bajo la Suprema Autoridad del Frat. Roberto Amato.

Estas fotografías serán enviadas al Prior, Frat. Mario Rolleri Muente, a Lima y serán oportunamente publicadas en la página web de la Orden, de todo lo cual os informaré oportunamente. De nuevo, recibid mi sincero agradecimiento y consideración.

"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam."

El Delegado Magistral del Noroeste de México

FRAT. ROGELIO AMARAL BARRAGÁN 
S.C.M.O.T.H.

Imágenes integradas 4

Italia.Costituzione del PRIORATO DI SICILIA.

Italia.Costituzione del PRIORATO DI CALABRIA

sabato 7 aprile 2012

COMUNICADO SCMOTH-NOROESTE No. 001-2012


Imágenes integradas 3
S.C.M.O.T.H.
Supremus Civilis et Militaris Ordo Templi Hyerosolimitani
Milán, Italia
Priorato del Perú para las Américas.
Delegación Magistral del Noroeste de México

COMUNICADO SCMOTH-NOROESTE No. 001-2012

Fratres Caballeros del Templo del Noroeste de México:
Frat. Alfredo A. Garay Jurado. Tijuana, Baja California.
Frat. Edmundo Robinson Castellanos. Tijuana, Baja California.
Frat. Lino Bañuelos Cásarez. Nogales, Sonora.
Frat. Miguel Hernández Jaramillo. Nogales, Sonora.
Frat. Manuel Mendoza Pérez. Nogales, Sonora.
Frat. Francisco Rodolfo Vázquez Vázquez. Nogales, Sonora.


PAX VOBIS

Por este conducto os saludamos fraternalmente a la vez que ponemos a vuestra consideración este domicilio electrónico para entablar comunicación directa y eficiente con vosotros. También os informamos que tramitaremos en fecha breve la documentación que os debe acreditar como miembros de la Orden. Os rogamos tomar nota y quedamos a vuestro servicio. 

"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam."


El Delegado Magistral del Noroeste de México


FRAT. ROGELIO AMARAL BARRAGÁN 
SCMOTH

Imágenes integradas 4


ccp. Frat. Mario Rolleri Muente. Prior de las Américas. Lima, Perú.

giovedì 5 aprile 2012





FELICES PASCUAS


++ MARIO ROLLERI MUENTE 
GRAN PRIORATO DEL PERÚ
++STELLA MARIS SKARP 
LEGATO MAGISTRALE DE ARGENTINA
++EDMUNDO ALOSOLLA NUÑEZ 
LEGATO MAGISTRALE DEL PERÚ
++ERNESTO PINA ALONSO 
LEGATO MAGISTRALE DE CUBA
++ROGELIO AMARAL BARRAGAN 
LEGATO MAGISTRALE DE MEXICO

UNITAU.AUGURI PASQUA.

HAPPY EASTER

Best regards,


X X X Vinko Lisec KGCTJ, The first Prior of Sovereign Priory and President of the Association

mercoledì 28 marzo 2012

Il soldato ha la gloria, il monaco il riposo

Il soldato ha la gloria, il monaco il riposo. Il Templare rifiutava l'una e l'altro. Egli riuniva ciò che queste due vite hanno di più duro: i pericoli e le astinenze.


La grande epopea del Medioevo fu la guerra santa, la crociata; l'ideale della crociata pareva realizzato nell'Ordine dei Templari. Era la crociata divenuta stabile e permanente.

(Jules Michelet)

Il Papa a Cuba: messa in Plaza Revolucion poi l'incontro con Fidel.

L'Avana, 28 mar. (TMNews) - Ieri Raul, oggi Fidel. Il Papa termina oggi la sua visita a Cuba e, dopo una messa mattutina in Plaza de la Revolucion, tutto lascia pensare che dopo l'incontro con il presidente cubano, oggi avrà luogo quello con il "lider maximo" della Rivoluzione del 1959.




Joseph Ratzinger è entrato ieri sera (notte in Italia) nel Palacio de la Revolucion per una visita di cortesia a Raul Castro. Ricevuto dal picchetto militare alle 17.30 (23.30 italiane), ha avuto con il presidente cubano un lungo colloquio di oltre quaranta minuti, mentre il cardinale Segretario di Stato Tarcisio Bertone ha avuto un parallelo e più breve incontro con due vicepresidenti. Nel colloquio, definito "molto cordiale" dal portavoce vaticano Federico Lombardi, il Papa e il Capo dello Stato hanno parlato "sia della situazione del popolo di Cuba, sia delle attese della Chiesa di Cuba e del suo desiderio di svilupparsi ulteriormente, anche per poter dare contributo positivo allo sviluppo del paese". Nella conversazione, in particolare, "il Papa ha fatto presente l'importanza del giorno del venerdì santo per la Chiesa chiedendo il riconoscimento di questo come un giorno festivo, così come Giovanni Paolo II ha fatto per il Natale, che poi è stato riconosciuto come un giorno particolare".



Tra Bertone e i vicepresidenti si è discusso "delle buone relazioni tra Santa Sede e Cuba", ma anche "della Chiesa cubana, delle sue attese di poter sviluppare ulteriormente la sua presenza e la sua attività", ha detto Lombardi che, durante una conferenza stampa che si è svolta alle 20.30 (le due e trenta in Italia) all'Avana, ha anche sottolineato - in chiaro riferimento ai dissidenti politici detenuti a Cuba - che la Santa Sede ha ricevuto "molti messaggi per un interessamento di carattere umanitario per persone in difficoltà". Il portavoce vaticano non ha però voluto specificare nomi o dettagli. Negli incontri non è stato toccato specificamente il tema dell'embargo Usa a Cuba, ma "la posizione della Santa Sede è nota - ha precisato Lombardi - l'embargo non ha raggiunto scopi utili, ma ha contribuito alle difficoltà della popolazione cubana. Quello che è più importante per la Chiesa è il suo bene, e non pensa che sia questo il caso".



Lombardi ha peraltro reso noto che nella mattinata Ratzinger aveva incontrato una suora che per venti anni - com'è tradizione per alcune religiose contemplative che pregano ogni giorno per un determinato sacerdote - aveva pregato proprio per lui. Alla fine dell'incontro nel Palacio de la Revolucion, il presidente ha regalato al Papa una riproduzioni in bronzo della Madonna del Cobre. Benedetto XVI ha ricambiato con un facsimile della quattrocentescaGeographi di Tolomeo.



"La Chiesa - ha detto Lombardi in merito ad un cambiamento politico a Cuba - non ha la forza di chi pretende cose che sono difficili e lunghe da costruire, ma agisce con realismo, umiltà e chiarezza e cerca di dare un contributo allo sviluppo della società". Al termine dell'incontro al Palacio de la Revolucion, ieri, il Papa e Raul sono usciti dal palazzo governativo per salutare da lontano un gruppo di giornalisti. Il presidente cubano era affiancato da una traduttrice. Sullo sfondo è rimasto un gruppo di maggiorenti del Governo cubano e di monsignori e cardinali, tra i quali Bertone e i suoi due più stretti collaboratori, il 'ministro degli Esteri' Dominique Mamberti, che a Cuba ha compiuto un recente viaggio e che solitamente, per l'etichetta vaticana, non partecipa ai viaggi all'estero del Pontefice, e il Sostituto della Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu, ex nunzio a Cuba.



Oggi nella stessa Plaza de la Revolucion, che può contenere fino a 600mila persone, il Papa celebrerà messa alle nove (le 16 in Italia). E' l'ultimo appuntamento di Ratzinger a Cuba. Alle 16.30 (23.30 in Italia) si svolgerà la cerimonia di congedo alla presenza di Raul Castro all'aeroporto José Martì dell'Avana. Alle 17 decollerà l'aereo che riporta il Papa in Italia e che atterrerà all'aeroporto romano di Ciampino alle 10.15 di giovedì. "Il Papa - ha detto ieri Lombardi - sta molto bene, comincia a sentire un po' la fatica per questo viaggio lungo, che però sicuramente terminerà bene". E' escluso che il Papa incontri singoli dissidenti politici o gruppi come le "Damas de blanco". "L'idea di incontri del genere non è prevista - ha detto Lombardi - e del resto non ha incontrato neppure preti, seminaristi o religiosi. Ma i messaggi che gli vengono indirizzati sono noti al Papa, che tiene presenti le attese e le aspettative anche nei suoi discorsi, che per questo vanno ascoltati attentamente".



Sebbene il Vaticano non lo confermi ("Non è ufficialmente possibile, c'è la disponibilità, e dunque la possibilità del Papa, che è a Cuba fino a domani", ha detto Lombardi), è però altamente probabile che prima di partire per Roma, il Papa incontrerà Fidel Castro. Il quale, ancora carismatico per quanto anziano e malato, avrebbe però voluto evitare di vedere prima Benedetto XVI per non far ombra, nei giorni passati, al fratello Raul al quale dal 2008 ha ceduto il potere.


http://www.tmnews.it/