venerdì 20 dicembre 2013

Joyeux Noel .Merry Christmas.Boas Festas e Feliz Ano Novo.

"
Afrikaans: Gesëende Kersfees Albanese:Gezur Krislinjden Arabo: Idah Saidan Wa Sanah Jadidah Armeno: Shenoraavor Nor Dari yev Pari Gaghand Azerbaijan: Tezze Iliniz Yahsi Olsun Bahasa (Malesia): Selamat Hari Natal Basco: Zorionak eta Urte Berri On! Bengali: Shuvo Naba Barsha Boemo: Vesele Vanoce Bretone: Nedeleg laouen na bloavezh mat Bulgaro: Tchestita Koleda; Tchestito Rojdestvo Hristovo Catalano: Bon Nadal i un Bon Any Nou! Ceco: Prejeme Vam Vesele Vanoce a stastny Novy Rok Choctaw (Nativi americani, Oklahoma): Yukpa, Nitak Hollo Chito Cinese (Cantonese): Gun Tso Sun Tan'Gung Haw Sun Cinese (Mandarino): Kung His Hsin Nien bing Chu Shen Tan Cingalese: Subha nath thalak Vewa. Subha Aluth Awrudhak Vewa Coreano: Sung Tan Chuk Ha Croato: Sretan Bozic Danese: Glædelig Jul Eschimese: (inupik) Jutdlime pivdluarit ukiortame pivdluaritlo! Esperanto: Gajan Kristnaskon Estone: Ruumsaid juulup|hi Farsi: Cristmas-e-shoma mobarak bashad Fiammingo: Zalig Kerstfeest en Gelukkig nieuw jaar Filippino: Maligayan Pasko! Finlandese: Hyvaa joulua Francese: Joyeux Noel Frisone: Noflike Krystdagen en in protte Lok en Seine yn it Nije Jier! Gaelico (Scozia): Nollaig chridheil huibh Gaelico: Nollaig chridheil agus Bliadhna mhath ùr! Gallese: Nadolig Llawen Giapponese: Shinnen omedeto. Kurisumasu Omedeto Greco: Kala Christouyenna! Hamish Dutch (Pennsylvania): En frehlicher Grischtdaag un en hallich Nei Yaahr! Hausa: Barka da Kirsimatikuma Barka da Sabuwar Shekara! Hawaaiano: Mele Kalikimaka Hindi: Shub Naya Baras Indonesiano: Selamat Hari Natal Inglese: Merry Christmas Iracheno: Idah Saidan Wa Sanah Jadidah Irochese: Ojenyunyat Sungwiyadeson honungradon nagwutut. Ojenyunyat osrasay. Islandese: Gledileg Jol Isola di Man: Nollick ghennal as blein vie noa Latino: Natale hilare et Annum Faustum! Latviano: Prieci'gus Ziemsve'tkus un Laimi'gu Jauno Gadu! Lituano: Linksmu Kaledu Macedone: Sreken Bozhik Maltese: LL Milied Lt-tajjeb Maori: Meri Kirihimete Navajo: Merry Keshmish Norvegese: God Jul, or Gledelig Jul Occitano: Pulit nadal e bona annado Olandese: Vrolijk Kerstfeest en een Gelukkig Nieuwjaar! oppure Zalig Kerstfeast Papua Nuova Guinea: Bikpela hamamas blong dispela Krismas na Nupela yia i go long yu Polacco: Wesolych Swiat Bozego Narodzenia or Boze Narodzenie Portoghese (Brasile): Boas Festas e Feliz Ano Novo Portoghese: Feliz Natal Rapa-Nui (Isola di Pasqua): Mata-Ki-Te-Rangi. Te-Pito-O-Te-Henua Rumeno: Sarbatori vesele Russo: Pozdrevlyayu s prazdnikom Rozhdestva is Novim Godom Samoa: La Maunia Le Kilisimasi Ma Le Tausaga Fou Sardo: Bonu nadale e prosperu annu nou Serbo: Hristos se rodi Slovacco: Sretan Bozic oppure Vesele vianoce Sloveno: Vesele Bozicne. Screcno Novo Leto Spagnolo: Feliz Navidad Svedese: God Jul and (Och) Ett Gott Nytt År Tailandese: Sawadee Pee Mai Tedesco: Fröhliche Weihnachten Turco: Noeliniz Ve Yeni Yiliniz Kutlu Olsun Ucraino: Srozhdestvom Kristovym Ungherese: Kellemes Karacsonyi unnepeket Urdu: Naya Saal Mubarak Ho Vietnamita: Chung Mung Giang Sinh Yoruba: E ku odun, e ku iye'dun!

Il Patto di Teggiano 2013.CAPITULORUM COMMILITONUM TEMPLI SALOMONIS 1307 A.D.”

"
">

domenica 15 dicembre 2013

giovedì 12 dicembre 2013

IL PATTO DI TEGGIANO -8 dicembre 2013.

Il giorno 8 dicembre 2013, presso il Convento della SS. Pietà di Teggiano ( Salerno) , nella Sala del Refettorio, si è tenuta la cerimonia di investitura dei Cavalieri del Tempio di Gerusalemme e dei Cavalieri dell’Ordine del Tempio di Salomone. L’evento è stato organizzato dalla Segreteria Generale del Supremus Civilis et Militaris Ordo Templi Hierosolymitani 1804- Ordo Supremus Militaris Templi Herosolymitani- Magnum Consilium Linguae Italicae, in collaborazione con la Gran Cancelleria dell’Ordine dei Cavalieri del Tempio di Salomone. Nel corso dell’evento è avvenuta la stipula del Patto di Teggiano, la firma di un protocollo d’intesa tra i due Organismi, capofila di ogni formazione templare e di ispirazione cavalleresca che, pur conservando la propria identità, desideri aggregarsi per costituire un Corpus templare unico, evitando le frammentazioni ed i personalismi che non hanno giovato certo all’affermazione dei valori antichi ed immutabili di solidarietà, fratellanza e tolleranza. Dopo l’investitura dei Cavalieri dei due Ordini, il Magister Magnum dello SCMOTH, dott. Roberto AMATO, ha proceduto alla nomina del Gran Maestro dell’Ordine del Tempio di Salomone, Dott. Francesco VECCHIO, a Gran Priore Generale d’Italia, insediandolo nella funzione, nel grado, negli onori e nelle responsabilità. Il patto di Teggiano verrà ricordato per la volontà espressa dai vertici dei due sodalizi di dar vita alla ripresa dei lavori dell’Ordine Templare,il cui Capitolo fu interrotto nel 1307 dalla pervicace volontà di distruggere la potenza economica e culturale dell’Ordine. Il Patto custodisce ed assume dunque un evidente, prezioso e significativo valore simbolistico e costituisce il primo passo fondamentale per ricostituire, intorno ad un unico, condiviso ideale templare, l’unità dei Cavalieri cementata dalla cultura e dalla diffusione della stessa. Cultura intesa come trasmissione di valori e conoscenze necessarie per contribuire alla formazione delle libere coscienze, al primato dei valori morali necessari per la costruzione di un solido modello etico e civile di riferimento e di impegno. Il patto di Teggiano contenente i propositi enunciati è stato trasfuso in una bolla firmata congiuntamente dai vertici e dai dignitari dei due Ordini capofila. Il documento è stato trasmesso al Santo Padre, papa Francesco ed al Patriarca di Gerusalemme, in quanto i due Ordini intendono promuovere la Crociata della Pace a Gerusalemme. DALLA CANCELLERIA GENERALE

lunedì 9 dicembre 2013

Teggiano: domenica prossima cerimoniale di investitura di nuovi Cavalieri

 I Templari a Teggiano. Nella giornata del prossimo 8 dicembre nella cittadina di Teggiano vi sarà la presentazione del cerimoniale di investitura di nuovi Cavalieri. L’appuntamento è previsto per domenica prossima alle ore 10 presso il Salone del Refettorio del Convento della Santissima Pietà.
Ufficializzeranno alla cerimonia d'Investitura: Grande Ufficiale Maestro di Cerimonia Cavaliere Mario Parisi, Grande Ufficiale Segretario Generale dell'Ordine Cavaliere Angelo Sabini, Grande Ufficiale Commendatore Cavaliere Rosario Nicola Luisi, Grande Ufficiale Gran Priore dell'Ordine Cavaliere Roberto Amato
L’Ordine dei Cavalieri si ispira ai seguenti principi: " Noi Cavalieri del Sovrano Ordine Civile e Militare del Tempio di Gerusalemme, forti dell'eredità della tradizione ,dei principi e degli insegnamenti dell'Ordine del Tempio del 12, 13 e 14 secolo , consacrato nel 1128 nell'occasione del concilio di Troyes e che videla sua attività interrotta nel 1314, con la condanna al rogo del Maestro del Tempio Jacques de Molay, siamo qui venuti, per libera scelta, a professare in Dio Padre, in Cristo Suo Figlio e nostro Signore e nello Spirito Santo,la fede della Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana che né i roghi né il passaggio dei secoli hanno potuto sopprimere; consapevoli dell'eredità spirituale che il sacrificio di molti ha trasmesso da un lontano passato,attraverso secoli bui di torture,menzogne, derisioni,silenzi colpevoli e tradimenti, eredità accettata da noi con pieno senso di responsabilità del pensiero e dell'azione costruttiva. Crediamo, nella comune identità dell'uomo, nel suo senso di giustizia, nella sua forza creativa nella sua capacità di soffrire e di redimersi , nel suo spirito alacre,nella sua propensione al bene, nell'eminente dignità dell'essere umano; Fiduciosi, nel desiderio dell'uomo e nelle sue capacità di contrastare e di allontanare il male,di essere giusto,sensibile,attivo ed imparziale, nella tenace determinazione dello spirito, intesa come attitudine ferma a dire e ad operare con onestà dell'intelletto, spirito di solidarietà e rigore morale, tanto nella vita pubblica quanto in quella privata; che riconoscersi nella comune identità del genere umano nel rigore dell'esempio praticato e dal proprio stile di vita, nella solidarietà verso i propri confratelli e tutti gli altri esseri umani figli di Dio, senza distinzione alcuna, costituisca la base della vera società umana , giusta ed equilibrata; Certi, di poter rispondere alle sfide che attendono la società del terzo millennio contro le ricorrenti barbarie dell'incultura, dell'intolleranza, del razzismo,dell'odio e dell'arroganza del potere, nell'intento di migliorare la vita spirituale e materiale degli uomini, ed in modo particolare dei deboli e di quelli che soffrono. Ci impegniamo, nell'ambito dei principi e della morale Templare tracciati prima da Sant' Agostino e poi dalla Regola di San Bernardo e di quelli democratici e civili che abbiamo conquistato e difendiamo, secondo la tradizione della Cavalleria fondata essenzialmente sui valori quali fedeltà alla S. Chiesa Cattolica Apostolica Romana, Lealtà verso chi dirige L'Ordine, Onestà verso tutti, Gentilezza nei rapporti quotidiani, Servizio verso i bisognosi, a costruire un sistema nel quale tali principi siano compiutamente realizzabili, contribuendo: alla creazione di un vincolo forte di solidarietà e di assistenza tra gli esseri umani; alla formazione ed al progresso dell'uomo e delle sue doti morali e spirituali nel quadro della società di oggi e di domani; al miglioramento della sua vita spirituale e morale ed a quella del gruppo sociale nel quale vive così nelle Istituzioni che la disciplinano; al sollievo delle sofferenze di quelli che hanno bisogno, tramite azioni di carità e di beneficenza per amore di Dio; all'instaurazione di comportamenti adeguati e coerenti, fondati sul principio dell'esempio,quale espressione di una nuova Elite dello spirito; al recupero dei valori Cristiani del mondo occidentale.”
Dalla sua costituzione l'Ordine del " Supremus Civilis et Militaris Ordo Templi Hierosolimitani 1804", viste le alte finalità che persegue e il prestigio storico-cavalleresco e culturale, l'appartenenza è gradita e in molti casi sollecitata anche da Alte Autorità  che riconoscono i meriti dell'Alto Magistero affidato all'attuale Gran Maestro.”

Patricia Luongo

Teggiano.

Teggiano (SA): investiture di nuovi Cavalieri del Sovrano Ordine Civile e Militare del Tempio di Gerusalemme

Ha avuto luogo ieri mattina, dalle ore 10:00 alle 13:00, nel Salone del Refettorio del Convento della Santissima Pietà, il cerimoniale di investitura di Nuovi Cavalieri Templari. Il conferimento delle nomine è avvenuto alla presenza del Grande Ufficiale Maestro di Cerimonia, Cavaliere Mario Parisi; del Grande Ufficiale Segretario Generale dell’Ordine, Cavaliere Angelo Sabini; del grande Ufficiale Commendatore, Cavaliere Rosario Nicola Luisi e del Grande Ufficiale Gran Priore dell’Ordine, Cavaliere Roberto Amato. Ad onorare l’evento, singolare ma non avulso ai nostri territori, giacché il Vallo di Diano è stato in passato zona di storia e di passaggio dei Cavalieri Templari, il Sindaco Michele di Candia.-italia2tv-

http://vallonotizie24.blogspot.it/2013/12/teggiano-sa-investiture-di-nuovi.html

Teggiano.Ieri, oggi e domani.

mercoledì 16 ottobre 2013

mercoledì 17 luglio 2013

Spagna.Sospensione dei Lavori Rituali del GRAN PRIORATO MAGISTRALE DELLA SPAGNA


Carissimi Confratelli e Sorelle,

comunichiamo la "Sospensione dei lavori Rituali" del Gran Priorato Magistrale della Spagna.

Precisiamo:
1-che l'UNITAU, non puo' investire Cavalieri e rilasciare "Decreto" per costituire Commanderie, Balivati, Priorati o Gran Priorati;

2- Di comunicare al M.M , ogni "anomalia " dell'operato dei dignitari dell' UNITAU.

NNDNN

Il Segretario


martedì 9 luglio 2013

Codice Della Cavalleria Secolo XII

Tu crederai a tutto ciò che insegna la Chiesa


ed osserverai i suoi comandamenti


Tu proteggerai la Chiesa


Avrai rispetto per i deboli e li difenderai


Amerai il tuo paese e la tua patria


Non indietreggerai di fronte al nemico


Farai guerra senza pietà agli infedeli


Compirai scrupolosamente i tuoi doveri,


se non sono contrari alla legge di Dio


Non mentirai e sarai fedele alla parola data


Sarai generoso con tutti


Tu sarai ovunque e sempre il campione del


diritto e del bene contro l’ingiustizia e il male

martedì 23 aprile 2013

COMO SER TEMPLARIO

Foto



En respuesta a sumas preguntas en esta web.



Estimado, Templario NO SE NACE, a no ser de creer en la tradición del Temple que dice "Una vez templario se es Eternamente" y si crees en la reencarnación, pues bien seguirás siendo Templario. Ahora si no lo fuiste en otra vida y esa teoría y mito no encuadra en la creencia, pues debes ordenarte entonces. Ser Templario no es una filosofía de vida, eso no quita que una persona pueda seguir su filosofía, ser Templario es ser iniciado por la Orden en sus misterios, guardar los mismos y estas activo en el punto del planeta que sea al ser llamado, pues un Templario es a tiempo completo con la Orden y la Orden tiene una agenda. Ser miembro de la Orden, no es ser miembro de un club de internet, por mas que se vistan de Templarios y tengas acceso a una ceremonia new age en una catedral. El Temple existe y su agenda es secreta y tiene misiones en todo el mundo, sus miembros se mueven en la clandestinidad y llevan a cabo sus misiones sin que nadie sepan quienes son. Los secretos que guardan son muchos mas profundos, que la identidad de sus miembros hoy en día, guardan los mismos misterios de antaño que recibieron de ciento de años de maestros que nacieron mucho antes que el año de la creación del propio Temple. Por ende, cada cual es dueño de creer lo que quiera, hay dos formas de ser Templario, uno, anotarse por internet a cualquiera de las mas de 15.000 ordenes en el mundo que dice ser descendientes del Temple y la otra es dar con un Templario verdadero de la vieja Orden y que este los apadrine y los haga ingresar al Temple, pero eso, no es para cualquiera, sino para "iniciados" y elegidos por una fuerza superior que los guía y los pone en el momento justo en el lugar indicado. NNDNN

mercoledì 13 marzo 2013

Roma.Habemus PAPAM FRANCESCO I, JORGE MARIO BERGOGLIO ,ARGENTINO


CARDINAL JORGE MARIO BERGOGLIO: Bergoglio, 76, has spent nearly his entire career at home in Argentina, overseeing churches and shoe-leather priests. The archbishop of Buenos Aires reportedly got the second-most votes after Joseph Ratzinger in the 2005 papal election, and he has long specialized in the kind of pastoral work that some say is an essential skill for the next pope. In a lifetime of teaching and leading priests in Latin America, which has the largest share of the world's Catholics, Bergoglio has shown a keen political sensibility as well as the kind of self-effacing humility that fellow cardinals value highly. Bergoglio is known for modernizing an Argentine church that had been among the most conservative in Latin America.

martedì 12 marzo 2013

Paesi dell'area MENA. Nominato il Legato Magistrale.

U.S.A.Nominato il Legato Magistrale.

Il Confratello ++ S.S.,GOKT

CITTÀ DEL VATICANO - Inizia il Conclave, stasera la prima fumata.

CITTÀ DEL VATICANO -
Si aprirà oggi il Conclave che eleggerà il successore di Benedetto XVI. Dopo essersi trasferiti nella residenza Santa Marta, in Vaticano, i cardinali - sia elettori che ultraottantenni - parteciperanno alle 10.00 di stamane nella basilica di San Pietro alla messa “pro eligendo Pontifice” celebrata dal decano del Sacro Collegio, Angelo Sodano. Quindi alle 16.30 avranno luogo l'ingresso in Conclave e il giuramento per l'elezione del Papa, cui potrà seguire la prima votazione.
I riti di oggi pomeriggio prevedono alle 16.15 il riunirsi dei 115 elettori nella Cappella Paolina da dove alle 16.30 partirà la processione attraverso la Sala Regia per giungere all'ingresso della Cappella Sistina. Qui avverrà il giuramento, seguito dall'“extra omnes”, cioè la formula del cerimoniere pontificio che dichiara l'uscita di chi non partecipa al Conclave. Seguirà la “meditazione” del cardinale maltese Prosper Grech. Quindi il possibile primo scrutinio e l'attesa “fumata”, che difficilmente stasera potrà essere bianca, cioè indicare l'avvenuta elezione del nuovo Pontefice. La giornata viene chiusa dalla recita dei Vespri.
Da domani gli scrutini potranno essere quattro al giorno, due al mattino e due al pomeriggio, con due fumate, fino a quello da cui risulterà eletto il nuovo Papa, per il quale occorrerà un quorum di due terzi dei consensi, pari a 77 voti.

giovedì 7 marzo 2013

To Be A Pilgrim Hymn


He who would valiant be ’gainst all disaster,
Let him in constancy follow the Master.
There’s no discouragement shall make him once relent
His first avowed intent to be a pilgrim.

Who so beset him round with dismal stories
Do but themselves confound - his strength the more is.
No foes shall stay his might; though he with giants fight,
He will make good his right to be a pilgrim.

Since, Lord, Thou dost defend us with Thy Spirit,
We know we at the end, shall life inherit.
Then fancies flee away! I’ll fear not what men say,
I’ll labor night and day to be a pilgrim.

CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE

CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE

DICHIARAZIONE SULLA MASSONERIA

È stato chiesto se sia mutato il giudizio del Chiesa nei confronti della massoneria per il fatto che nel nuovo Codice di Diritto Canonico essa non viene espressamente menzionata come nel Codice anteriore.

Questa Congregazione è in grado di rispondere che tale circostanza è dovuta a un criterio redazionale seguito anche per altre associazioni ugualmente non menzionate in quanto comprese in categorie più ampie.
Rimane pertanto immutato il giudizio negativo della Chiesa nei riguardi delle associazioni massoniche, poiché i loro principi sono stati sempre considerati inconciliabili con la dottrina della Chiesa e perciò l’iscrizione a esse rimane proibita. I fedeli che appartengono alle associazioni massoniche sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione.

Non compete alle autorità ecclesiastiche locali di pronunciarsi sulla natura delle associazioni massoniche con un giudizio che implichi deroga a quanto sopra stabilito, e ciò in linea con la Dichiarazione di questa S. Congregazione del 17 febbraio 1981 (Cf. AAS 73, 1981, p. 240-241).

Il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II, nel corso dell’Udienza concessa al sottoscritto Cardinale Prefetto, ha approvato la presente Dichiarazione, decisa nella riunione ordinaria di questa S. Congregazione, e ne ha ordinato la pubblicazione.
Roma, dalla Sede della S. Congregazione per la Dottrina della Fede, il 26 novembre 1983.


Joseph Card. RATZINGER
Prefetto

Fr. Jérôme Hamer, O.P.
Arcivescovo tit. di Lorium
Segretario




lunedì 11 febbraio 2013

Roma - Papa Benedetto XVI lascia il pontificato dal 28 febbraio

 Lo ha annunciato personalmente, in latino, durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto.


DECLARATIO DEL SANTO PADRE

Fratres carissimi Non solum propter tres canonizationes ad hoc Consistorium vos convocavi, sed etiam ut vobis decisionem magni momenti pro Ecclesiae vitae communicem. Conscientia mea iterum atque iterum coram Deo explorata ad cognitionem certam perveni vires meas ingravescente aetate non iam aptas esse ad munus Petrinum aeque administrandum.

Bene conscius sum hoc munus secundum suam essentiam spiritualem non solum agendo et loquendo exsequi debere, sed non minus patiendo et orando. Attamen in mundo nostri temporis rapidis mutationibus subiecto et quaestionibus magni ponderis pro vita fidei perturbato ad navem Sancti Petri gubernandam et ad annuntiandum Evangelium etiam vigor quidam corporis et animae necessarius est, qui ultimis mensibus in me modo tali minuitur, ut incapacitatem meam ad ministerium mihi commissum bene administrandum agnoscere debeam. Quapropter bene conscius ponderis huius actus plena libertate declaro me ministerio Episcopi Romae, Successoris Sancti Petri, mihi per manus Cardinalium die 19 aprilis MMV commissum renuntiare ita ut a die 28 februarii MMXIII, hora 29, sedes Romae, sedes Sancti Petri vacet et Conclave ad eligendum novum Summum Pontificem ab his quibus competit convocandum esse.

Fratres carissimi, ex toto corde gratias ago vobis pro omni amore et labore, quo mecum pondus ministerii mei portastis et veniam peto pro omnibus defectibus meis. Nunc autem Sanctam Dei Ecclesiam curae Summi eius Pastoris, Domini nostri Iesu Christi confidimus sanctamque eius Matrem Mariam imploramus, ut patribus Cardinalibus in eligendo novo Summo Pontifice materna sua bonitate assistat. Quod ad me attinet etiam in futuro vita orationi dedicata Sanctae Ecclesiae Dei toto ex corde servire velim. Ex Aedibus Vaticanis, die 10 mensis februarii MMXIII

mercoledì 6 febbraio 2013

Cronologia Storica

1073/1085. Gregorio VII papa. Riforma della chiesa.
1095. Concilio di Clermont. Appello di Urbano II. Prima crociata.
1099. I crociati conquistano Gerusalemme.
1112. Entrata di S. Bernardo a Citeaux.
1118/1119. Hugues de Payns crea l’Ordine del Tempio a Gerusalemme.
1128. Il concilio di Troyes approva la regola dell’ordine, redatta da San Bernardo di Chiaravalle.
1130 circa. S. Bernardo compone il De laude novae militiae.
1136/37. Primo insediamento dei templari nella marca degli Amano a nord di Antiochia.
1136. Muore Hugues de Payns, gli succede Robert de Craon.
1137. Unione del regno d’Aragona e della contea di Barcellona.
1139, 03, 29. Con la bolla Omne datum optimum Papa Innocenzo II riconosce l’organizzazione dei templari.
1144. Caduta di Edessa in mano ai musulmani.
1146. S. Bernardo predica la crociata
1147/1148. Seconda crociata
1147, 01, 13. Muore Robert de Craon.
1147. Everard des Barres viene eletto terzo gran maestro dell’ordine.
1148/1149. Seconda crociata.
1149/1150. Cessione di Gaza ai templari.
1149. Bernard de Tramelay viene eletto quarto maestro dell’ordine. Consacrazione della nuova basilica del S. Sepolcro a Gerusalemme
1153. Caduta di Ascalona nella mani dei franchi.
16 agosto 1153 – Durante l’assedio di Ascalona 40 Templari, al comando del IV maestro generale del Tempio Bernard de Trèmelay, penetrano nella città attraverso una breccia praticata nelle mura. Gli Ascaloniti, però, riescono a reagire, a massacrare i Templari e, successivamente, ad appendere i loro cadaveri alle mura della città, in segno di disprezzo. (da “Agenda Templare” – 2008)
20 agosto 1153 – Per un tumore allo stomaco muore San Bernardo, autore del “De laude novae militae”, manifesto programmatico dell’Ordine del Tempio. (da “Agenda Templare” – 2008)
1153, 08, 22. André de Montbard viene eletto quinto gran maestro dell’ordine.
1154. Enrico II Plantageneto re d’Inghilterra. Federico I Barbarossa imperatore.
1156, 01, 17. André de Montbard muore a Gerusalemme.
1156. Bertrand de Blanchefort diventa il sesto gran maestro dei Templari.
29 agosto 1163 I Templari di Douzens (Provenza) concedono una terra a tale Guiberto, con l’obbligo che egli vi pianti una vigna. (da “Agenda Templare” – 2008)
1165 circa. Statuti gerarchici o retraits aggiunti alla Regola dei templari.
1169/1171. Saladino unifica il mondo musulmano (Siria-Egitto). Fine del califfato fatimita (sciita) del Cairo.
1169, 01, 02 gennaio. Muore Bertrand de Blanchefort.
1169, 01. Il settimo gran maestro Templare è Philippe de Milly, conosciuto anche col nome di Philippe de Nablus.
1170 circa. Statuti concernenti la vita conventuale, lo svolgimento dei capitoli e le penitenze aggiunte alla Regola del tempio.
1170. Morte di Tommaso Becket nella cattedrale di Canterbury.
1171, 04, 03. Muore Philippe de Milly.
1171, 04. L’ottavo gran maestro si chiama Oddone di Saint Amand (o Eudes, Odon, Odo).
1173. Uccisione dell’inviato degli Assassini ad opera dei Templari.
26 agosto 1174 – Il conte Ugo di Biandrate ed i suoi figli donano alcune loro proprietà alla mansione templare di Sant’Apollinare di Biandrate (Novara). (da “Agenda Templare” – 2008)
1180. Muore prigioniero di Saladino Oddone di Saint Amand. Gli succede Arnoldo di Torroja (Arnau de Torroja in catalano)
1184, 09, 30. Muore a Verona il non gran maestro Arnoldo di Torroja, al quale seguirà come decimo Gérard de Ridefort.
6 agosto 1186 - I cardinali Stefano di Santa Maria in Via Lata e Rolando di Santa Maria in Porticu, su mandato di Urbano III, definiscono i confini parrocchiali tra la chiesa di San Paolo e la chiesa templare di San Vitale di Verona. (da “Agenda Templare” – 2008)
1186. Matrimonio tra Enrico VI di Hohenstaufen e Costanza d’Altavilla, erede del regno di Sicilia.
1187. Battaglia di Hattin: conquista di Gerusalemme ad opera del Saladino. Il regno latino ridotta a sola Tiro.
1188. Papa Clemente III approva la prima raccolta degli ordinamenti integrativi della regola.
1189-1192. Terza crociata.
1189, 10, 01. Muore per mano del Saladino nell’Assedio di San Giovanni d’Acri Gérard de Ridefort.
1190, 06, 10. Morte di Federico I a Saleph in Asia Minore.
1191/1216. Scontri ad intermittenza tra i templari e Leone d’Armenia nella marca di Amano.
1191. I templari comperarono Cipro da Re Riccado I per 25.000 pezzi d’argento. Riconquista di Acri ad opera dei crociati. Fondazione dell’ordine Teutonico. I templari stabiliscono il nuovo quartier generare ad Acri.
1191. Robert de Sablé, a volte chiamato anche Robert IV de Sablé è l’undicesimo Gran Maestroo dei Cavalieri templari.
1193. Robert de Sablé vende l’isola di Cipro a Guido di Lusignano, Re di Gerusalemme.
1193, 09, 23. Muore in Terrasanta Robert de Sablé, come suo dodicesimo successore viene nominato Gilbert Horal.
1200, 12, 21. Muore durante la Quarta Crociato Gilbert Horal.
1201. Il tredicesimo Gran Maestro eletto tra gennaio e marzo si chiama Philippe de Plaissis.
1203/1204. La quarta crociata si svolge contro Costantinopoli: presa della città e fondazione dell’impero latino l’Oriente.
1204. Battaglia di Chateau-Gaillard. Filipppo Augusto si impadronisce dei domini dei Plantageneti nella francia occidentale.
1208. Predicazione della crociata contro gli Albigesi (eretici Catari) in Linguadoca.
1209, 09, 23. Muore Philippe de Plaissis.
1210. Viene eletto quattordicesimo Gran Maestro Guillaume de Chartres.
1212. Battaglia di Las Navas de Tolosa, tappa fondamentale della Reconquista.
1214. Battaglia di Bouvines: vittoria di Filippo Augusto su Giovanni Senza Terra e Ottone IV di Brunswick.
1215. Concilio Laterano IV. Bolla di crociata.
1217/1221. Quinta crociata. Conquista di Damietta, in Egitto, ad opera dei crociati, che però ben presto devono abbandonare la città. Costruzione di Athlit.
1219. Guillaume de Chartres muore durante un’epidemia di peste, già provato dalle numerose ferite subite durante la Quinta Crociata. Gli succedette il quindicesimo maestro Pierre de Montaigu.
25 agosto 1219 – A causa di una epidemia, scoppiata all’assedio di Damietta (Egitto), muore Guillaume de Chartres, XIV maestro generale dell’Ordine del Tempio. (da “Agenda Templare” – 2008)
1226. Morte di S. Francesco d’Assisi.
14 agosto 1228 – Pietro de Malosco, vicedomino dei principi-vescovi di Trento e ministeriale del conte Alberto del Tirolo, lascia la sua casa fortificata di Trento, situata in Borgo Novo, all’hospitale di Santa Maria Vergine dei Teutonici, all’Ospedale di San Giovanni Battista ed ai Milites Christi (Templari), stabilendo che a ciascun Ordine vada un terzo dell’edificio e con la condizione che il medesimo resti sempre a disposizione del vescovo e dei suoi successori, qualora avessero bisogno di un rifugio nel caso di sommosse nella città di Trento. (da “Agenda Templare” – 2008)
1228/1229. Crociata di Federico II imperatore e re di Sicilia. Recupero di Gerusalemme.
28 agosto 1230 – Giovanni, vescovo di Sabina, ed il cardinale Tommaso minacciano Federico II di scomunica se non dovesse, tra l’altro, dare soddisfazione ai Templari ed agli Ospedalieri. (da “Agenda Templare” – 2008)
1231. L’Inquisizione è affidata agli ordini mendicanti (domenicani e francescani).
1232, 01, 28. Muore Pierre de Montaigu.
1232. Armand de Périgord è il sedicesimo Gran Maestro dell’Ordine.
1238. Presa di Valenza da parte dei re di Aragona.
1239/1240. Crociata di Tibaldo di Champagne.
1240/1241. Crociata di Riccardo di Cornovaglia.
1240. Inizia la ricostruzione della fortezza di Safed.
1241. Successi dell’ordine in Terra Santa e contro i mori in Spagna.
1244. Perdita definitiva di Gerusalemme. Rogo di Montségur, ultima roccaforte catara. Battaglia di La  Forbie.
20 agosto 1245 – Accordo fra i Templari di San Leonardo di Chieri ed il comune della città circa la vertenza sulla cessione di alcune case templari, avvenuta il 13 dicembre 1203. (da “Agenda Templare” – 2008)
1245. Armand de Périgord non è più Gran Maestro perché prigioniero dei Turchi, Richard de Bures gli succede come diciasettesimo Maestro dei Cavalieri templari dal 1245 al 1247, probabilmente si limitò a reggere temporaneamente la carica.
1247, 05, 02. Muore Richard de Bures. Viene eletto diciottesimo successore Guillaume de Sonnac (o Saunhac).
1248/1254. Crociata di Luigi IX.
14 agosto 1248 – Il commendatore templare della fortezza di Alfambra (Catalogna), fra’ Bernard de Montllor appone il suo sigillo per approvazione dell’accordo tra la chiesa di Téruel ed i Templari, circa le decime di Serrion e Alfambra. (da “Agenda Templare” – 2008)
1250. Avvento dei sultani mamelucchi in Egitto. Muore Federico II
1250, 02, 08. Muore durante una battaglia ad  al-Mansura Guillaume de Sommac. Diciannovesimo Gran Maestro dell’ordine è Reunaud de Vichiers (o de Vichy).
1252. Il papato autorizza gli inquisitori ad usare la tortura.
1256, 01, 20. Muore Reunaud de Vichiers. L’italiano Thomas Bérard (Bérault o Béraud) è eletto ventesimo Gran Maestro.
1257/1267. Ulteriori disposizioni in merito alle penitenze aggiunta alla Regola del tempio.
1258. Presa di Bagdad ad opera dei Mongoli: fine del califfato abbasside.
1260. I Mongoli respinti dalla Siria ad opera dei Mamelucchi.
1261. I Bizantini riconquistano Costantinopoli.
1266/1268. Carlo dAngiò, fratello di Luigi IX, si impadronisce del regno di Sicilia.
1266. Caduta di Safed nelle mani dei mamelucchi.
24 agosto 1267 – Baldovino, maestro templare, viene autorizzato ad esportare dal porto di Bari vettovaglie per la Terrasanta, senza pagare dazio. (da “Agenda Templare – 2008)
Dopo 1268. Regola Catalana dei templari.
1270. Morte di Luigi IX presso Tunisi.
1272/1272. Crociata di Edoardo l’Inghilterra.
1273. Muore Thomas Bérard. Il ventunesimo Gran Maestro si chiama Guillaume de Beaujeu.
1274. Secondo concilio di Lione.
1276. Raimondo Lullo fonda una scuola per l’insegnamento dell’arabo ai missionari.
1277. Maria d’Antiochia vende i propri diritti al trono di Gerusalemme a Carlo d’Angiò.
1282. I vespri siciliani: Carlo d’Angiò perde la Sicilia a vantaggio degli Aragonesi, ma conserva Napoli e l’Italia meridionale.
21 agosto 1288 – Nicolò IV esorta i Templari del Regno di Sicilia a rinunciare per un anno all’esenzione della decima e di devolverla «ad defensionem Siciliae». (da “Agenda Templare” – 2008)
21 agosto 1288 – Nicolò IV ordina a Gerardo, vescovo della Sabina, e a Roberto, balivo del Regno di Sicilia, di stabilire se sia vero che Ospedalieri e Templari abbiano occupato alcuni luoghi religiosi del regno spettanti alla Chiesa. (da “Agenda Templare” – 2008)
26 agosto 1290 – Fra’ Giovanni de Turris, tesoriere della casa del Tempio di Parigi, concede un prestito ad Adam de Dussy, tesoriere della casa d’Angiò. (da “Agenda Templare” – 2008)
1291, 05, 18. Muore durante la caduta di San Giovanni d’Acri Guillaume de Beaujeu. Il ventiduesimo Gran Maestro è Thibaud Gaudin.
14 agosto 1291 – Muore a Reims fra’ Arnoul de Wisemale, precettore templare della Brie e di Reims, e viene sepolto nella precettoria di Chevru (Seine et Marne). (da “Agenda Templare” – 2008)
14 agosto 1291 – I Templari abbandonano la fortezza di Château Pèlerin (anche detta Athlit), ultima loro piazzaforte in Terrasanta. (da “Agenda Templare” – 2008)
1291. Capitolazione di San Giovanni d’Acri; da questo momento l’ordine non parteciperà più alle crociate; torna a stabilirsi a Cipro, e poi in Francia. Fine degli stati latini in Terra Santa. Evaquazione di Tortosa e Athlit da parte dei templari.
18 agosto 1291 – Nicola IV scrive all’arcivescovo di Cagliari, presentandogli un progetto di unione dell’Ordine di San Giovanni e dell’Ordine del Tempio. (da “Agenda Templare” – 2008)
1292, 02, 16. Muore a Cipro Thibaud GaudinJaques de Molay (Giacomo de Molay).
27 agosto 1295 – Carlo II d’Angiò, facendo seguito alla richiesta di Jacques di Molay, maestro generale dell’Ordine del Tempio, indirizza al Giustiziere di Capitanata una lettera con la quale si comunica l’avvenuta donazione da parte di Bonifacio VIII ai Templari del monastero di Torremaggiore. (da “Agenda Templare” – 2008)
28 agosto 1296 – Il precettore templare di San Bevignate chiede al comune di Perugia la restituzione degli edifici posti sul Monte San Giorgio, adibiti a carcere. Per l’utilizzo di quegli edifici, il consiglio del popolo decide di assegnare al precettore di San Bevignate 40 lire di denari all’anno. (da “Agenda Templare” – 2008)
23 agosto 1297 – Giovanni, abate del monastero templare di San Giustino d’Arno, chiede a Giovanni, vescovo di Nocera Umbra, di confermare Egidio Bonaguida quale rettore di Santa Croce di Culiano. (da “Agenda Templare” – 2008)
18 agosto 1299 – Gandolfo de Parma, precettore della mansione templare di Firenze, da’ in enfiteusi a Dino del fu Benciveni la chiesa di San Jacopo inter Vineas. (da “Agenda Templare” – 2008)
1303. Sconfitta dei templari sull’isolotto di Ruad. “Schiaffo” di Anangni. Morte di Bonifacio VIII.
1304/1309. Joinville scrive la storia di San Luigi.
1305. Una serie di denunce fatte da Esquiu de Floryan scatenano sull’ordine accuse di eresia, blasfemia e comportamenti lascivi.
1307, 10, 13. In una sola giornata, per ordine del grande inquisitore di Francia Guglielmo Imbert e del consigliere del re Nogaret, arrestati tutti i templari di Francia.
17-20 agosto 1308 – I cardinali Berengario dei Santi Nereo e Achilleo, Stefano di San Ciriaco in Termis e Landolfo di Sant’Angelo, per ordine di Clemente V, si recano nella fortezza di Chinon (Tours) e, dopo aver raccolto le deposizioni dei Templari là reclusi, assolvono il maestro generale dell’Ordine del Tempio, Jacques de Molay, ed i suoi dignitari Raimbaud de Caromb, precettore d’Oltremare, Hugues de Peyraud, precettore di Francia, Geoffroy de Gonneville, precettore di Aquitania e Poitou, Geoffroy de Charny, pre-cettore di Normandia. (da “Agenda Templare” – 2008)
1309. Conquista di Rodi da parte degli Ospitalieri.
1310. Rogo per cinquantaquattro templari considerati eretici recidivi nei pressi di Parigi.
1312, 03, 22. Al concilio di Vienne Papa Clemente V condizionato dalle pressioni di Filippo IV di Francia emana la bolla Vox in exelso che di fatto sospende l’ordine.
1312. La bolla di Clemente V Ad providam trasferisce le proprietà templari agli ospitalieri.
1314, 03, 18. L’ultimo gran maestro dei templari, Giacomo di Molay, per aver ritrattato le confessioni che precedentemente gli erano state estorte viene arso vivo a Parigi insieme a Geoffroy de Charnay.
1571. Distruzione dell’archivio templare di Cipro ad opera degli ottomani.