giovedì 12 dicembre 2013

IL PATTO DI TEGGIANO -8 dicembre 2013.

Il giorno 8 dicembre 2013, presso il Convento della SS. Pietà di Teggiano ( Salerno) , nella Sala del Refettorio, si è tenuta la cerimonia di investitura dei Cavalieri del Tempio di Gerusalemme e dei Cavalieri dell’Ordine del Tempio di Salomone. L’evento è stato organizzato dalla Segreteria Generale del Supremus Civilis et Militaris Ordo Templi Hierosolymitani 1804- Ordo Supremus Militaris Templi Herosolymitani- Magnum Consilium Linguae Italicae, in collaborazione con la Gran Cancelleria dell’Ordine dei Cavalieri del Tempio di Salomone. Nel corso dell’evento è avvenuta la stipula del Patto di Teggiano, la firma di un protocollo d’intesa tra i due Organismi, capofila di ogni formazione templare e di ispirazione cavalleresca che, pur conservando la propria identità, desideri aggregarsi per costituire un Corpus templare unico, evitando le frammentazioni ed i personalismi che non hanno giovato certo all’affermazione dei valori antichi ed immutabili di solidarietà, fratellanza e tolleranza. Dopo l’investitura dei Cavalieri dei due Ordini, il Magister Magnum dello SCMOTH, dott. Roberto AMATO, ha proceduto alla nomina del Gran Maestro dell’Ordine del Tempio di Salomone, Dott. Francesco VECCHIO, a Gran Priore Generale d’Italia, insediandolo nella funzione, nel grado, negli onori e nelle responsabilità. Il patto di Teggiano verrà ricordato per la volontà espressa dai vertici dei due sodalizi di dar vita alla ripresa dei lavori dell’Ordine Templare,il cui Capitolo fu interrotto nel 1307 dalla pervicace volontà di distruggere la potenza economica e culturale dell’Ordine. Il Patto custodisce ed assume dunque un evidente, prezioso e significativo valore simbolistico e costituisce il primo passo fondamentale per ricostituire, intorno ad un unico, condiviso ideale templare, l’unità dei Cavalieri cementata dalla cultura e dalla diffusione della stessa. Cultura intesa come trasmissione di valori e conoscenze necessarie per contribuire alla formazione delle libere coscienze, al primato dei valori morali necessari per la costruzione di un solido modello etico e civile di riferimento e di impegno. Il patto di Teggiano contenente i propositi enunciati è stato trasfuso in una bolla firmata congiuntamente dai vertici e dai dignitari dei due Ordini capofila. Il documento è stato trasmesso al Santo Padre, papa Francesco ed al Patriarca di Gerusalemme, in quanto i due Ordini intendono promuovere la Crociata della Pace a Gerusalemme. DALLA CANCELLERIA GENERALE