domenica 15 agosto 2010

Un nuovo membro nella famiglia UNITAU



Un nuovo membro nella famiglia UNITAU

Ieri, 12 agosto 2010, presso la sede diplomatica dell’ Ordine Sovrano e Militare del Tempio di Jerusalem in Portici (Na), è stata sottoscritta la lettera di intenti UNITAU dall’Orden Civil y Militar de los Caballeros do Templo - C.M.O.K.T. e l’ Ordine Sovrano e Militare di Jerusalem O.S.M.T.J., firmatari, per i due Ordini Templari, il fr. Roberto Amato, Maestro della Obbedienza Brasiliana, e fr. Gennaro Luigi Nappo, Gran Balivo della Magna Graecia dell’OSMTJ e Precettore Mondiale dell’OSMTHU, testimoni fr. Vincenzo Tuccillo, Guardiano della Fede dell’OSMTJ e Gran Priore del CMOKT, fr. Vincenzo Amato, della segreteria del Gran Balivato OSMTJ, fr. Agostino Santoro cavaliere CMOKT .
I due Ordini riaffermando il proprio credo Cristiano nella tradizione del Tempio hanno proclamato solennemente il loro essere con la Chiesa ma non nella Chiesa e si sono impegnati per una omogeneizzazione dei rituali, per una riscoperta dei valori sopiti e, soprattutto, per un attività di risanamento del Templarismo Italiano ricercando l’Unità del Magistero Mondiale.
Oggi in Italia, affermano i sottoscrittori, esistono oltre una sessantina di gruppi che si dicono Templari, molti utilizzano abusivamente la sigla OSMTJ depositata, con il Beausant sia come acronimo che nella dizione estesa in italiano e francese, dal Priorato OSMTJ oggi guidato, secondo la legittima continuità priorale, dal fr. Raffaele Pariante; esistono gruppi che con grande fantasia affermano una legittima continuità dall’ordine sospeso dal Papa Clemente V, forse dimenticano questi signori la riforma degli Ordini imposta dall’Imperatore Napoleone I dalla quale l’OSMTJ legittimamente trae le sue origini; per tutto ciò oggi è richiesta una rapida soluzione.